Google Padania

“Il muratore napoletano non ti tira su un bel muro, fa a capocchia pure quello, però mentre esce da casa tua ti fotte i rayban dal mobiletto in fondo alle scale. Storie di vita vera purtroppo”. Questa è solo una delle tante frasi trovate all’interno dell’area discussioni di “Google gruppi” dal titolo a dir poco esplicito: “Teroni di merda in vacanza”.

Insulti gratuiti e clichè antimeridionalisti vomitati sul web da incivili nascosti dietro nickname usati come maschere anonimizzanti, attraverso il motore di ricerca più usato al mondo, come se fossero verità assolute, senza controllo se non da parte di altri utenti che cercano di minimizzare o di raccontare una realtà diversa. Nell’area discussioni di Google c’è poi chi già ringrazia il Vesuvio non appena resa nota, dal Corriere del Mezzogiorno, la notizia sulle nubi ardenti a oltre 15 km dal Vesuvio. E poi c’è spazio per le “soluzioni”. L’utente Dollo per risolvere il problema della presenza dei meridionali propone di “tagliare via la Campania dall’Italia e mandarla alla deriva. Dico io, nel 2010, siamo arrivati su marte e ancora non si risolve dei problemi del genere”.

C’è anche chi cita fantomatiche teorie evoluzioniste: “è una verità assoluta che più si sale e più ci si evolve. Tutto il pianeta ne è testimone”.

L’utente Carnefrisca non ne può veramente più e, da padano, chiede una sorta di pulizia etnica: “E’ in vacanza che il becerume terone sparge per l’Italia la sua puzza e arroganza. Li riconosci per il casino in spiaggia, lo stereo a palla, le bestemmie in quell’incomprensibile dialetto da africani e la parmigiana a pranzo con 40° all’ombra. Meno male – conclude con fierezza il padano – che io me ne vado al lago, fiero ed orgoglioso tra i padani nella tranquillità e relax. Teroni dovete andarvene dal nord!”.

“Google gruppi” è un’area di discussione libera creata da Google, una chat room pubblica, suddivisa per argomenti che vanno dall’arte al computer, dove anche chi non fa parte della discussione può visualizzare i contenuti dei dialoghi. Nelle condizioni del servizio però l’azienda di Mountain View è stata ben attenta a declinare ogni tipo di responsabilità riconducibile al gruppo Google. Il disclaimer infatti recita così: “l’unico responsabile è la persona da cui ha avuto origine tale Contenuto. Ciò significa che l’utente, e non Google, è responsabile interamente per tutto il Contenuto pubblicato, postato, caricato, distribuito, divulgato o in altro modo trasmesso tramite il Servizio. L’utente riconosce e accetta che utilizzando il Servizio può venire in contatto con Contenuto offensivo, indecente o reprensibile. In nessuna circostanza Google sarà responsabile in alcun modo per qualsiasi Contenuto. (…) Google non analizza, controlla, modifica o avvalla il Contenuto reso disponibile tramite il Servizio e non si assume alcun obbligo di controllo sul Contenuto Postato tramite il Servizio”. Nessun riferimento alla rimozione dei contenuti inappropriati. Insomma Google se ne lava le mani a priori, consapevole evidentemente del rischio che si corre rendendo pubbliche ogni tipo di discussioni intrattenute in forma anonima. La fiera dell’ignoranza potrà quindi continuare a correre sul web indisturbata.

A.I.

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to Yahoo BuzzAdd to Newsvine

Annunci
    • Carnefrisca
    • 3 maggio 2012

    Dio benedica google e le ricerche “a minchia”.
    Ma guarda che te la prendi con l’utente sbagliato.
    Quelli parole sono del troll Lino(Varese) e di Carnefrisca (il sottoscritto).

    Un saluto da Carnefrisca.
    Fiero terrone salentino.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: