2009: anno di grandi cambiamenti, idee e progetti per un mondo più verde

Manca ormai poco alla fine dell’anno. E proprio per questo abbiamo pensato che potesse essere interessante fare una lista di eventi, idee, tecnologie ed invenzioni che durante il 2009 e non solo hanno aiutato lo sviluppo e la diffusione di una cultura e di stili di vita sempre più ecologici. Sono infatti numerosissime le idee e le invenzioni che stanno aiutando la diffusione di una cultura sempre più green; sembra addirittura difficile ormai immaginare il nostro mondo senza alcune di queste scoperte!

In cima a questa lista c’è sicuramente tutto il mondo di internet, che include il mondo dei web magazine green, dei blog ecologisti, e dei social network. Durante il 2009 c’è stato un vero e proprio boom delle testate giornalistiche online dedicate alla diffusione delle tematiche green. Anche nel mondo della blogosfera si è verificato un aumento di diari online focalizzati su esperienze green personali o della propria comunità.

Anche i Social Network hanno dedicato più spazio al mondo dell’ambiente e del risparmio energetico. Siti come diggita oppure oknotizie hanno creato categorie ad hoc per l’ambiente, permettendo una categorizzazione degli articoli molto più specifica e mirata. Nonostante al loro interno circoli una quantità incredibile di spazzatura, notizie inutili e marketing più o meno mascherato, i social network sono un eccezionale mezzo attraverso il quale è possibile veicolare il proprio messaggio ambientalista, fare raccolta fondi, pubblicizzare le associazioni e far circolare idee verdi.

Ma ecologia e ambiente vuol dire anche e soprattutto negli ultimi anni risparmio energetico. In questo ambito è assolutamente da citare l’invenzione della Rete Intelligente (Smart Grid), un nuovo metodo di distribuzione dell’energia che consente ai vari dispositivi di funzionare su una rete comune, condivisa, inter-operabile, con un sistema simile a quello di Internet. La Smart Grid grazie alla comunicazione tra i vari comparti energetici, permette un enorme risparmio, in termini economici e di consumo, offrendo, ad esempio, la possibilità di sfruttare le varie fonti in base alla fascia oraria più conveniente che cambia in base al tipo di approvvigionamento.

Sempre a proposito di energia è di enorme importanza l’invenzione di tecnologie che permettono lo sfruttamento di risorse naturali che generano energia rinnovabile. Queste infatti ci danno un’alternativa al consumo di quelle risorse già ampiamente sfruttate che stanno giungendo al termine (petrolio, uranio) o altamente inquinanti come il carbone. Nonostante le energie rinnovabili fatichino attualmente a decollare in alcuni stati, sia occidentali (come l’Italia) che in via di sviluppo, possiamo dire con assoluta certezza e tranquillità che rappresentano il futuro.

Un altro strumento utilissimo introdotto recentemente è la misurazione della nostra impronta ecologica, ovvero dell’ impatto delle nostre azioni quotidiane sull’ambiente e sul nostro habitat. L’impronta ecologica, detta anche Carbon Footprint permette, oltre ad una verifica della propria impronta, anche la valutazione delle aziende più pulite e quindi meritevoli. Aziende come Apple e Hp stanno lavorando per rendere visibile ai consumatori la propria Carbon Footprint, allo scopo di acquisire sul mercato un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza. Magari per garantire i consumatori sulla veridicità di questi dati privati sarebbe utile la verifica da parte di un organismo o ente esterno.

Dal punto di vista commerciale la moltiplicazione dei cosiddetti Farmers Markets, ovvero i mercati locali del contadino, e dei Last Minute Market, progetti di recupero degli alimenti invenduti, che vengono così recuperati e portati a nuova vita, evitando sprechi inutili soprattutto durante le feste.

I Farmers Market e i Last Minute Market sono iniziative molto importanti: i primi permettono il recupero della tradizione e aiutano e proteggono lo sviluppo e l’economia locale, dando anche il vantaggio ai clienti di conoscere i produttori e di informarsi direttamente sulla genuinità del cibo; i secondi invece permettono di evitare che si verifichino le dinamiche spesso dannose della grande distribuzione, permettendo il recupero di prodotti assolutamente integri che per motivi di marketing e commercializzazione spesso finiscono nelle discariche.

Altro fenomeno fondamentale che ha contribuito e sta contribuendo a stili di vita sostenibili è rappresentato dalle città sostenibili. Ripensare i centri urbani in un ottica nuova e sostenibile appunto, a livello di efficienza energetica ma anche di inquinamento, significa migliorare il trasporto urbano, aumentare le aree verdi, creare luoghi di socialità in cui vivere le città, ridurre o eliminare completamente la produzione di rifiuti. Su questo fattore siamo ancora alla fase sperimentale, soprattutto in piccoli centri, ma già tra qualche anno sarà possibile applicare questi ripensamenti anche su vasta scala.

L’ultima idea, non per ordine d’importanza, che vogliamo sottolineare, è quella del riconoscimento dei Diritti Naturali ovvero, come è già avvenuto in Ecuador e Svizzera, di esprimere a livello legislativo dei diritti a favore della natura e a tutela delle biodiversità che noi esseri umani, in tutti i modi, stiamo tentando di rovinare.

Alessandro Ingegno

da Yeslife.it


Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to FurlAdd to Newsvine

Annunci
    • Andrix Social News
    • 20 novembre 2010

    Ciao, volevo segnalarti http://www.andrix.it/ sito di social news nato da poco tempo dove puoi segnalare anche il tuo feed.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: