Sindaco leghista propone schedatura musulmani

E’ il ritorno alle leggi razziali? Così sembra. Mancava solamente qualcuno che si assumesse la responsabilità di fare da apripista. Ed eccolo lì: Enzo Bortolotti, sindaco di Azzano Decimo, provincia di Pordenone.

Prima ancora della Regione Friuli dove una analoga richiesta della Lega giace nei cassetti, ad Azzano è pronto a partire il “censimento islamico”. Occhio: non un censimento sugli stranieri residenti in paese. E nemmeno uno studio sulla nazionalità degli immigrati. Quel che il Comune di Bortolotti punta a realizzare è un censimento sulla religione. E non una a caso. L’Islam.

Qualcuno potrà domandarsi: si può? È possibile censire la popolazione in base alla religione? Gli orientamenti religiosi non sono forse protetti dalla privacy? Non c’è il rischio di attuare una discriminazione? Checché ne dica l’opposizione («Uno scandalo, successe così anche nel ’38 con le leggi razziali», tuona Roberto Innocente della civica Azzano Sì), la risposta è: ad Azzano evidentemente si può.

Ad Azzano Decimo la richiesta di un censimento islamico è stata ritenuta così pertinente da parere quindi legittima, tanto che è stata tranquillamente iscritta all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. Punto numero 9 dell’assemblea consiliare convocata per la sera di giovedì 12 novembre nella sala ex-Enal di Tiezzo: “Mozione presentata dal gruppo consigliare Lega Nord inerente la proposta di censimento delle persone appartenenti alla religione islamica presenti nel territorio comunale”. Occhio: in Regione il Carroccio ha tentato, finora invano, di fare lo stesso: il 17 settembre, in pieno scalpore per l’omicidio di Sanaa Dafani (la ragazza di origini marocchine sgozzata dal padre perché amava un italiano), è stata presentata una interrogazione chiedendo «una mappatura per stabilire dove siano insediate le comunità musulmane e in particolare quelle legate alle correnti integraliste e fondamentaliste».

da Gazzettino

Annunci
    • Christian
    • 11 novembre 2009

    Come viene detto più volte nel film Underground di Emir Kusturica: “Porci fascisti!”

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: