Chi è anti-italiano?

Il neologismo come manganello:

Fino a sei mesi fa, la parola “anti-italiano” non esisteva proprio, come oltraggio politico. Non la usava nessuno, né a destra né a sinistra. Non si usava nemmeno per attaccare quelli che forse anti italiani parevano essere quasi con orgoglio, invitando pubblicamente a usare il tricolore come carta igienica. Perfino il reato di “associazione antinazionale” – un cascame fascista – è stato cancellato dalla Consulta: in relazione agli ultras leghisti che avevano dato l’assalto al campanile di San Marco.

Adesso non passa giorno senza che la parola venga utilizzata: dal premier, dai suoi scherani, dal suo giornale di famiglia.  E’ la delegittimazione ultima dell’avversario, la più radicale e violenta: “il tuo pensiero va contro il Paese”. Quindi sei un nemico, un nemico del tuo stesso Paese. Più che un disertore, proprio un traditore.

Non a caso era un parola molto usata in Urss – “attività antisovietica” era il reato con cui venivano messi in galera i dissidenti; e la usano ancora moltissimo i generali birmani, secondo i quali Aung San Suu Kyi svolge “propaganda anti-Myanmar”, in combutta con la stampa estera.

Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti. Direi di più: le parole fanno la realtà, la plasmano, la modificano. E “anti-italiano” è la parola peggiore di tutte, molto peggio di “coglioni”, “farabutti” e di tutte le altre con cui il premier ha definito chi gli si oppone.

“Anti-italiano” è già entrato nel vocabolario della politica. E costringe ogni giorno chi ne viene colpito alla più ovvia ma mortificante delle difese: spiegare che opporsi al governo non vuol dire opporsi al proprio Paese, ma al contrario desiderare un governo migliore perché il paese sia migliore. L’opposto esatto dell’anti-italianità. Ma esige un ragionamento, appunto, ed è comunque un ragionamento in difesa.

Il fatto stesso che oggi chi si oppone al governo sia costretto a difendersi dall’accusa di essere anti-italiano è un segnale forte – forse il più forte – di una democrazia malata che sta diventando regime.

da Piovono rane blog

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: