L’ambientalismo ipocrita di Starbucks

La grande catena internazionale di caffetterie  Starbucks, quella che in Italia ha avuto un netto niet di fronte al suo ingresso nel mercato nostrano mascherato successivamente poi con la scelta di rispetto della tradizione italiana legata al caffè e di incapacità di battere la concorrenza dei bar italiani, si rende protagonista di una infelice e alquanto ipocrita messinscena.

Ci troviamo in Grecia, paese dove Starbucks (specie ad Atene) ha letteralmente invaso il mercato delle caffetterie (favorito anche dall’incapacità dei greci di servire un caffè decente se si esclude l’espresso freddo!), precisamente nel quartiere di Vyron: qui si viene serviti dai camerieri rigorosamente in divisa Starbucks in tempi abbastanza lenti ma avrete la certezza di bere un buon caffè o cappuccino. Affianco alla vostra colazione dei fazzolettini che incuriosiscono l’assonnato starbuckiano recitano: less napkin, more plants, more planet (meno fazzoletti, più piante, più pianeta). Affianco il disegno di una bella pianta verde. Che bello, viene da pensare, una multinazionale sensibile alle questioni ambientali. A quel punto mi guardo intorno, nella saletta all’aperto, e scopro che quell’incoerenza a un palmo di naso: per permettere a Starbucks di coprire con un tendone la parte all’esterno della caffetteria, nel quale erano allestiti decine di tavolini, erano stati tagliati ben 3 tronchi d’albero!!

Pper produrre una tonnellata di carta da cellulosa vergine occorrono:

15 alberi, 440.000 litri d’acqua, 7.600 kWh di energia elettrica.

A.I.

SDC10700

SDC10701

Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to FurlAdd to Newsvine

Annunci
    • coffeebean
    • 23 agosto 2009

    Irrilevante. Inoltre gli Starbucks fuori dagli USA sono molto spesso una co-gestiti da aziende locali, talvolta anche in larghissima percentuale.

  1. Irrilevante è il tuo “irrilevante”. Non credo che i fazzolettini con motto ambientalista siano stati prodotti esclusivamente per lo starbucks di Atene. Così come non credo che ai gestori o co-gestori del franchising non vengano date direttive dall’alto ben precise che includono tutti i minimi particolari, compresa l’etica ambientale. Io ho semplicemente evidenziato una incoerenza lampante. E concludo con un apprezzamento al cappuccino Starbucks, che è veramente buono.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: