Low impact man: l’uomo che vive una vita 100% sostenibile

Vive a Gent, ha 48 anni, e si chiama Steve Vromman, ed è l’esempio di come una vita sostenibile sia possibile. Soprannominato “Low impact man” il signor Vromman, dipendente part-time dell’Ong belga Ecolife, dal 1 maggio 2008 ha imposto una svolta ecologica alla propria vita, e a quella dei due figli, dimostrando così che passare dalle parole ai fatti, ed applicare i principi che difendeva, non era poi così difficile. Quello di cui si ha bisogno è una grande forza di volontà e tanti piccoli accorgimenti. A cominciare dai trasporti: low impact man gira sempre in bicicletta per le strade di Gent ma non a bordo di una bicicletta tradizionale, bensì di una bici pieghevole che può essere collegata ad un equalizzatore da cui è possibile ricavare energia per alimentare il computer o la radio (giusto per fare due esempi). Durante uno spostamento da Anversa a Gent, rigorosamente in treno, Steve Vromman ascolta musica come tutti su lettore mp3, ma la carica alle batterie del lettore la fornisce lui stesso, facendo girare una manovella che genera energia attraverso una dinamo. Ma è nella sua dimora che low impact man da il meglio di sé. Isolamento termico del pavimento con uno strato di tappi di bottiglia riciclati, pannelli riflettenti per non far fuoriuscire il calore, lampadine led a basso consumo, un frigorifero di piccole dimensioni per lo stretto necessario, aspirapolvere old-style, una lavatrice necessaria per un single ma solo con lavaggi non oltre i 30-40°, e utilizzando rigorosamente detersivi ecologici, niente microonde e niente Tv. Sorprendente la produzione di spazzatura annua della famiglia Vromman: 20 kg contro la nostra media di 546! Per utilizzare meno acqua Vromman raccoglie l’acqua piovana in un contenitore per risparmiare i 20 litri dello sciacquone del wc.

E poi la spesa: per evitare di produrre spazzatura difficile da riciclare Vromman si porta da casa ogni genere di contenitore riutilizzabile, dalla busta di tela ai flaconi per i detersivi fino alla busta per il pane, e sceglie esclusivamente bottiglie di vetro. Ovviamente sulla scelta del cibo da acquistare influisce ampiamente la selezione “naturale” del local food, a scapito dei prodotti importati che contribuiscono ad inquinare durante il trasporto.

Vivere così, ci tiene a precisare Steve Vromman, non significa tornare al medio evo, consente un grande risparmio energetico ed economico ed è anche divertente. Vi chiederete ovviamente a che fine fare tutto questo, se non per motivi prettamente economici? L’obiettivo di Steve Vromman non è solamente il risparmio, ma è lasciare sul pianeta un’impronta ecologica non superiore a 1,8 ettari (la media europea pro capite è di 4,9 ettari), in particolare limitando la produzione di anidride carbonica, Co2, l’utilizzo di energia e di acqua partendo dal concetto che le risorse del pianeta, se continuiamo con i ritmi attuali di sfruttamento, sono destinate ad esaurirsi. Steve Vromman vive con i suoi due figli, ai quali insegna e tramanda sin da piccoli le sue abitudini e il suo stile di vita a basso impatto ecologico: piccoli low impact man crescono nel cuore dell’Europa. Ma c’è bisogno dell’impegno di tutti, anche di noi italiani, affinché gli sforzi dei singoli non vengano vanificati.

E voi che ne pensate? Ritenete impegnative queste scelte oppure sareste in grado di fare una vita così ecologica?

Alessandro Ingegno

da Yeslife.it

Il Dossier 2009 del WWF sul clima


Add to FacebookAdd to DiggAdd to Del.icio.usAdd to StumbleuponAdd to RedditAdd to BlinklistAdd to TwitterAdd to TechnoratiAdd to FurlAdd to Newsvine

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: