Papi pappone: no comment

Il discorso di Cinisello Balsamo di Silvio Berlusconi sara’ ricordato come l’inizio della fine. Un discorso delirante, di un uomo decadente e al capolinea. I suoi telegiornali oramai riescono a coprirlo solo con il popolo di Emilio Fede. Una fatta della popolazione ancora grande ma in via di estinzione con la Rete, per fortuna. La contestazione, per un politico, fa parte della piazza, non può essere soppressa, anzi con questa si deve dialogare. Quando si arriva a comizi blindati dalle forze dell’ordine, utilizzate per reprimere manifestazioni di democrazia come la contestazione, allora si è al capolinea. E bisogna “scendere dal tram”, prima che nel Paese nascano forme di eversione frutto di intolleranza verso chi governa. Silvio Berlusconi non è più un politico, non è più un uomo del popolo, né delle istituzioni. E’ circondato da paure, da paranoie, ora verso i giornalisti spioni, ora verso il suo avvocato, ora verso i suoi lacchè cospiratori, ora verso i cittadini comunisti. E’ il tracollo inevitabile di un uomo che ha fondato il suo potere sul clientelismo economico e sessuale, e che inevitabilmente deve molto a molti. Un ricattabile e ricattato che ha costruito una politica fragile nei contenuti, lontana dalla gente e dai problemi dell’Italia.

Non possiamo tenerci un Presidente del Consiglio che, per una notte di sesso a pagamento, il giorno delle elezioni del presidente degli Stati Uniti d’America lascia ad aspettarlo invano 500 ospiti della fondazione Italia-Usa e l’ambasciatore americano Ronald Spogli.

Le vicende private del signor Berlusconi non sono più private, ma danneggiano gli italiani.

da Capolinea

La verità che non può dire – di G.D’avanzo

L’isolamento dello stregone – da Repubblica.it

Il grande bugiardo – da Voglioscendere blog

Veleni e sospetti. La catena delle non chiarezze – da Avvenire

Berlusconi in bilico, colpa dei tacchi a spillo – da Altrenotizie.org

Un Premier sotto ricatto – di Eugenio Scalfari

Il lodo ad pisellum – di Marco Travaglio

Quel finto fuori onda – da L’Unità

L’inchiesta di Bari cancellata dai Tg – da Repubblica

silvio_family_450_01

Annunci
    • mardigras
    • 21 giugno 2009

    Non ho mai visto un politico distorcere la realtà e i fatti come mister B. Sempre che lui è andato al potere il debito pubblico è aumentato lasciando per i gli altri governi il problema di stabilizzare il paziente( in rianimazione) che si chiama Italia. Menti a tutti e nessuno lo contesta nella TV. Nessuno mostra le sue incoerenze. Crea nemici immaginari nella mente del popolo utilizzando gli strapotere mediatico che possiede. Le ultime vicende sono solo la constatazione del marcio che ce. Il peggio di tutto è che il paese non ha una intelligenza critica capace di fare vedere gli errore e imbrogli del cavaliere. La nazione sembra sotto anestesia. La crisi è seria, molto seria il governo ha poca margine di manovra e mister B fa o che gli pare. Gli industriali critiche evasive! Ma che cosa aspettate? Un default come in Argentina? In un certo senso l’Italia e diventata come l’Iran. Se voi sapere la verità e come stano le cose se deve guardare i Blog e fare ricerche on-line o leggere giornali straniere. Meditate su questo.

    • hart1963
    • 21 giugno 2009

    Credo che in nessun paese Europeo possa accadere che, in presenza di uno scandalo di queste proporzioni che colpisce il Premier, i telegiornali ELIMININO COMPLETAMENTE la notizia da TUTTE le edizioni sia dei notiziari del Servizio Pubblico (sic!) sia del principale concessionario privato. Altro che democrazia liberale, questo comportamento ha un solo nome: CENSURA DI REGIME!!! A proposito, ma Napolitano non se ne e’ ancora accorto? O fa finta di nulla?

    bel blog continua così!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: