I nuovi progetti di Bike-sharing in Italia

Numerose le città italiane che promuovono il bike-sharing e puntano a rendere più europei e sostenibili i trasporti cittadini.

Nonostante una recente ricerca Istat riveli che gli italiani durante l’ultimo anno hanno aumentato l’utilizzo dell’auto a scapito di mezzi pubblici e soprattutto di mezzi non inquinanti come le biciclette, qualcosa per le due ruote si muove nella giusta direzione della mobilità sostenibile. Dopo il gran successo di pubblico riscontrato e il rapido esaurimento del fondo di 8 milioni 750 mila euro messo a disposizione dal Ministero dell’Ambiente per incentivare gli italiani ad acquistare una bicicletta, è lo stesso Ministero ad annunciare un rifinanziamento del provvedimento con ulteriori 10 milioni di euro. Fate attenzione però: al momento attuale se vi recate in un negozio per acquistare una bicicletta nuova vi sarà risposto che gli incentivi sono terminati. Occorrerà infatti attendere almeno fino a luglio per usufruire del fondo. Intanto anche a livello locale varie amministrazioni si stanno dando da fare per invogliare i cittadini all’uso della bicicletta. Tra le città più attive ci sono Bari, Milano e Asti. A Bari è stato siglata una convenzione fra l’amministrazione comunale e l’Anci per il progetto “Servizi agli studenti nei Comuni sedi di università” del dipartimento per le Politiche giovanili, la quale ha previsto la realizzazione di tre nuovi stazioni per il bike sharing nella città di Bari, per un totale di nuovi trenta cicloposteggi. Le nuove stazioni saranno posizionate vicino al Campus universitario, alla Facoltà di Economia e a quella di Agraria. Questi cicloposteggi si aggiungeranno alle altre tre stazioni in corso di realizzazione nella città vecchia. L’assessorato utilizzerà i fondi messi a disposizione dal bando per la mobilità sostenibile, ma la novità è che a finanziare il progetto questa volta sono intervenuti anche i privati. Anche la Regione Puglia è molto attiva sul terreno della mobilità sostenibile e ha infatti da poco siglato un protocollo d’intesa con l’Arem (Agenzia regionale mobilità), Trenitalia, Ferrovie Sud Est, Ferrovie del Gargano, Ferrovie Appulo Lucane e Ferrotranviaria un protocollo d’intesa che prevede che le biciclette possano viaggiare gratuitamente sui treni regionali, quando previsto dall’orario. Una decisione innovativa se si pensa che nelle altre regioni d’Italia il costo di trasporto di una bici è di 3.5 Euro! Passando al capoluogo lombardo arrivano i primi dati del bike-sharing BikeMi, monitorato dal sito Bikemi: milleduecento bici per 85 stazioni, sei nuove rastrelliere installate a Milano che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti ed è previsto che a breve le velo-stazioni aumenteranno ancora. Sorprendenti i dati ufficiali: sono stati sottoscritti 9.500 abbonamenti annuali, 2.800 giornalieri e 540 abbonamenti settimanali per l’utilizzo delle biciclette. Il Comune di Milano ha inoltre annunciato che investirà di più nel bike sharing, con lo sviluppo di altre piste ciclabili e soprattutto con l’estensione del servizio anche durante l’orario notturno. Anche ad Asti ci si muove sulle due ruote: sono state inaugurate le prime 4 stazioni del bike sharing artigiano, riscuotendo un’ottima risposta di pubblico. Il servizio attualmente offre 30 biciclette condivise, ma in breve tempo il sindaco prevede di arrivare a quota 400. Fino al 2010 l’abbonamento al servizio di bike sharing è gratuito. Come abbiamo visto il fenomeno bicicletta è omogeneo che si tratti di grandi realtà metropolitane del nord oppure di città del sud o di piccole realtà cittadine, e soprattutto si sta sviluppando una certa europeizzazione delle abitudini del trasporto urbano in Italia. Era ora. Finalmente si può guardare con ottimismo all’obiettivo che si sono dati 27 comuni europei, tra cui Milano, nella “Carta di Bruxelles” ovvero la diffusione dell’uso della bicicletta come mezzo di trasporto abituale, portandolo dall’attuale 5% al 15% entro il 2020.

Alessandro Ingegno

da Yeslife.it

bikelogo

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: