Guida agli Eco-Festival musicali 2009

Il 2009 si annuncia come l’anno dei festival ecologici che abbinano la musica alla sostenibilità ambientale, al motto del Go Green!

Mai come quest’anno la stagione dei Music Festival europei ha una forte componente ecologista.
L’offerta degli Eco-Festival punta sull’accoppiata tra turismo musicale, con concerti dei più grandi artisti mondiali, e tutela dell’ambiente, attraverso azioni concrete e sensibilizzazione del pubblico. Possiamo quindi parlare di turismo musicale sostenibile?
Due degli Eco-Festival più importanti del continente si tengono in Irlanda: si tratta dell’Electric Picnic e dell’Oxegen.
Il primo, giunto alla sesta edizione, si terrà dal 4 al 6 settembre a sud-ovest di Dublino e, oltre ad essere considerato dagli esperti il Glastonbury irlandese, è diventato in brevissimo tempo portabandiera delle cause ambientaliste: nel 2008 è stato premiato con il Greener Festival Award, un premio indipendente di riconoscimento al festival musicale più rispettoso per l’ambiente. A determinare l’assegnazione del prestigioso premio è stata l’introduzione nell’area festival del “Global Green”, un eco villaggio dove si discute di cambiamenti climatici, si svolgono attività organizzate da “Re-think tank“, la quale mette a disposizione opere d’arte e documentari allo scopo di sensibilizzare il pubblico sui temi ambientali e sviluppare dibattiti. L’Electric picnic è inoltre il primo festival musicale ad aver introdotto il carpooling, nel 2008, allo scopo di ridurre la congestione del traffico e l’emissione di CO2, monitorando gli effetti positivi dell’iniziativa attraverso l’organo irlandese Emission Zero. Tra le altre eco iniziative all’interno dell’area festival è anche possibile rifocillarsi in bar interamente alimentati da energia solare, o utilizzare nei bagni solo prodotti riciclabili o biodegradabili. La line-up musicale deve ancora essere definita, ma sicuramente non deluderà le aspettative dopo i grandi nomi della passata edizione.
L’Oxegen invece è un festival che dal 2000 si tiene nel nell’ippodromo di Punchestown, contea di Kildare. L’edizione 2009, che si terrà dal 10 al 12 luglio, vedrà avvicendarsi sul palco artisti del calibro di Blur, Killers, Bloc Party, Kings of Leon e molti altri. La componente ambientalista dell’Oxegen si rivolge soprattutto alla concreta diminuzione dell’impatto ambientale del festival che, come sappiamo, ha bisogno di dosi massicce di energia e mezzi di trasporto. L’Oxegen, definito l’evento irlandese “100%CarbonNeutral” e vincitore del “Green N Clean Award”, organizzerà spostamenti in autobus in collaborazione con il trasporto pubblico, servizi di carpooling e l’iniziativa park&ride. All’interno dell’area grande seguito avrà, dopo il successo della passata edizione, l’Eco Cup: una gara che premia chi, tra un concerto e l’altro, ricicla di più. Vige inoltre l’obbligo, per i venditori, dell’utilizzo di imballaggi biodegradabili.
Uscendo dall’Irlanda anche lo storico Isle of Wight Festival quest’anno conferma l’approccio ambientalista sperimentato nella passata edizione. Dal 12 al 14 giugno l’Isola di Wight ospiterà musicisti del calibro di Prodigy e Pixies, oltre a circa 100 mila persone provenienti da tutta Europa, e in particolare dalla Gran Bretagna. L’edizione 2009 ripeterà l’esperienza positiva dell’Eco action team, un associazione tra gli organizzatori del Festival e l’Eco Action Partnership che ha avuto effetti molto positivi. Tra le eco iniziative già annunciate ci sarà: forte incremento di treni e trasporto pubblico per raggiungere l’area, possibilità di affittare biciclette all’interno dello spazio del festival, incremento dei punti di riciclo della spazzatura, energia eolica per alimentare i punti di ricarica cellulari, incremento della percentuale di generatori alimentati da biofuel, aumento del numero di tendoni ecologici ad energia solare destinati ai bar e alle esibizioni degli artisti. Non mancherà una particolare attenzione al local food, che permette la diminuzione delle emissioni dovute al trasporto, oltre alla creazione di punti informativi e di raccolta fondi per aiutare la ricerca sulle api, che sono le prime a risentire dei danni all’ambiente e sono fondamentali per l’intero ecosistema.
Non resta che goderci questi grandi raduni musicali 2009, al motto del Go Green!

Alessandro Ingegno

da Yeslife.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: