Ferruccio De Bortoli torna a dirigere il Corriere

Ferruccio De Bortoli dopo sei anni torna a dirigere il Corriere della sera. La sua nomina, votata il giorno dopo la proclamazione plebiscitaria di Silvio Berlusconi sulle note del gingle Menomale che Silvio c’è, è la dimostrazione che il Cavaliere ancora una volta non è riuscito a mettere le mani sul quotidiano di via Solferino facendo nominare un direttore gradito, casomai proveniente dalle testate di Mediaset. Ultimamente non ha sbagliato una mossa, controlla direttamente, per proprietà e legge, le tv; indirettamente, per parentela e amicizia, giornali nazionali e locali, per questo non meno importanti. Con il Corriere, invece, è rimasto al palo. Perché ha voluto strafare? Perché chiedere di più al giornale diretto da Paolo Mieli e da Pierluigi Battista? La realtà è che il presidente del Popolo della Libertà alle prossime elezioni europee vorrebbe non vincere (avrebbe tutte le carte in regola grazie anche a questa opposizione), ma stravincere. Berlusconi vuole imporre la sua “rivoluzione borghese e liberale”, che ha come unico obiettivo quello di dare più poteri al premier annullando il ruolo centrale del Parlamento – un uomo solo al comando – per fare questo ha bisogno di tutti i media. Ha bucato il Corriere, si rifarà alla Rai. In molti si sono chiesti perché De Bortoli abbia prima detto sì alla presidenza della tv di stato poi no. Per la stessa ragione per cui ha detto sì al suo ritorno al giornale che aveva diretto tra il 1997 e il 2003: la libertà non condizionata. Questa volta, contrariamente a quello che è accaduto per la presidenza della Rai, il Patto di sindacato dell’RCS prima di votarlo non gli ha allungato sotto banco un biglietto con i nomi da piazzare a capo di tg e reti. E’ una bella scommessa quella di Ferruccio De Bortoli: ridare al Corriere della sera quella credibilità persa per strada negli ultimi anni, riprendere la leadership e soprattutto recuperare i lettori tornando a raccontare il paese reale. Sono certo che sono in tanti quelli che applaudono al suo ritorno in via Solferino. Io ho una ragione in più. Non dimentico che De Bortoli ha voluto bene a Enzo Biagi, non solo a parole, non solo davanti alle telecamere, non passava settimana che non lo andasse a trovare. Gli è stato amico in vita e dopo e da direttore lo ha sempre rispettato. Anche lui, come è normale che accada quando si lavora, ha avuto frizioni, ricordo in particolare un momento molto difficile. Subito dopo la morte di Indro Montanelli Biagi fu tentato di passare a Repubblica, ma una lettera molto intensa e affettuosa di De Bortoli lo fece desistere. In quell’occasione Enzo mi disse: “Fino a quando Ferruccio rimarrà, il Corriere sarà il mio giornale”. Per Biagi il Corriere è stato molto di più di un giornale su cui scrivere, era la sua casa. In via Solferino non tutti lo hanno capito. Il 15 gennaio scorso a Milano alla consegna della medaglia d’oro alle figlie Bice e Carla in memoria di Biagi (quello che il Comune non ha voluto fare negandogli l’Ambrogino d’oro), De Bortoli c’era. Le sue parole, dette con forza, quella sera risuonarono nella sala come una frustata sulle coscienze: “La memoria di Biagi resta incancellabile, nonostante qualcuno abbia provato a farlo in ogni modo sia durante la sua vita che dopo la sua morte”. Sono convinto che Ferruccio De Bortoli, ritornando da direttore al Corriere della sera, ricorderà “il maestro, l’amico, il padre” e l’insegnamento che ci ha lasciato, fatto di rigore, umiltà e passione quella che deve avere il giornalista che ha un unico padrone: il lettore.

da Articolo21.info

Editoriale di Ferruccio de Bortoli “Quell’Italia che ce la fa” da Corriere.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: