“Kyoto of the cities” a Napoli

Dal 26 al 28 Marzo Napoli diventa la capitale mondiale della sostenibilità ambientale. A Castel dell’Ovo si terrà infatti la conferenza internazionale “Kyoto of the cities“, evento organizzato da Vision, un giovane think tank italiano, e patrocinato dal Comune di Napoli, dalla Regione Campania, dall’UNESCO e dalla Commissione Europea. Tema centrale dell’evento sarà lo sviluppo sostenibile e il Forum sarà l’occasione giusta per approfondire tematiche come le abitazioni sostenibili, le eco-città, le possibili soluzioni per far diminuire il traffico e l’inquinamento, le strategie innovative nella gestione e nel recupero di energia, ma anche i cambiamenti degli stili di vita dei cittadini. Il tutto ovviamente ruoterà attorno alla problematica ambientale, non a caso la conferenza prende il nome dal famoso Protocollo di Kyoto. Alla conferenza di presentazione dell’evento l’assessore Nasti ha sottolineato come Kyoto of the cities sia “un evento che in concomitanza con Energy Med proietta Napoli al centro delle tematiche ambientali. Sarà un dibattito di alta qualità su tematiche ambientali e protezione del clima, che si soffermerà in particolare – prosegue Nasti – sugli aspetti di sviluppo locale attraverso i quali è possibile fronteggiare le problematiche globali. Poiché le città sono i principali centri di inquinamento è proprio da qui che deve partire il maggiore sforzo per un reale sviluppo sostenibile”.
Tra gli ospiti prenderanno parte alle conferenze numerosi esperti di organismi internazionali, tra cui è prevista anche la presenza dei figli di Robert Kennedy, Kerry e Robert F. Kennedy junior, tra i più attivi promotori dell’iniziativa. La tre giorni napoletana non è che la conclusione di un lungo percorso di ricerca, confronto e studio che porterà, proprio a Napoli, alla presentazione di un documento il cui obiettivo è rileggere l’intera questione ambientale dal punto di vista delle città, identificando sei grandi aree di attuazione: citta’ e globalizzazione, case ecocompatibili, traffico e auto intelligenti, i rifiuti da problema ad opportunità, energia autoprodotta e infine democrazia e partecipazione alle decisioni in tema di ambiente. L’obiettivo di Vision è che e su queste sei grandi questioni possono essere immaginate e realizzate molte delle innovazioni che ridisegneranno modelli industriali e di consumo entrati definitivamente in crisi da qualche mese. Sarà un approccio completamente nuovo, e l’epicentro sarà il Castel dell’Ovo di Napoli.

Alessandro Ingegno

Annunci
  1. 25 marzo 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: