La Francia si ferma contro la crisi: è giovedì nero

I sindacati francesi gridano vittoria, quella di ieri è stata una mobilitazione tra le più imponenti degli ultimi venti anni. In piazza contro il piano anti-crisi del governo di Nicolas Sarkozy, erano due milioni e mezzo, dicono – un milione secondo la polizia. Bernard Thibault, leader della CGT dice che non si può essere d’accordo sul lavorare nello stesso sistema. “Un sistema – ha sottolineato – che di fatto crea sempre più disoccupazione e salari bassi. Non si tratta di far ripartire la macchina economica sulle stesse basi di prima – ha aggiunto. Perché se facciamo ciò, non usciamo dalla crisi economica”.

Sarkozy ha definito legittima la preoccupazione e ha annunciato che incontrerà le parti sociali a febbraio, per concordare le riforme per il 2009.

La giornata di ieri è stata segnata anche da alcuni disordini. A Parigi, forze dell’ordine e dimostranti si sono scontrati al termine di una manifestazione. Bilancio: un poliziotto ferito, decine di manifestanti arrestati.

La protesta andava in scena mentre il Parlamento francese dava il via libera al piano di rilancio da 26 miliardi di euro presentato da Sarkozy a inizio dicembre.

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: