Medvedev accusa gli Usa per l’attacco Georgiano

Nuovo durissimo attacco del presidente russo Dmitri Medvedev alla Nato e all’occidente. Il leader del Cremlino ha accusato l’Alleanza atlantica di aver povocato il conflitto georgiano e ha avvertito che Mosca non si farà ricacciare nell’autoritarismo né richiudere dietro una nuova cortina di ferro.

Parlando a un incontro con rapresentanti di organizzazioni non governative, il presidente russo dice che “i colleghi europei mi dicevano che la Nato avrebbe provveduto alla sicurezza europea. E cosa ha deciso la Nato? Non ha fatto altro che provocare il conflitto“. Quindi invita a firmare un “grande trattato europeo” perché “l’attuale sistema di sicurezza mondiale risulta ormai scassato”.

“Noi siamo sospinti dietro la cortina di ferro. Ma voglio sottolineare ancora che non è questo il nostro percorso. Noi abbiamo fatto la nostra scelta. Non è possibile un ritorno al passato” dice Medvedev indicando che il “tracciato scelto” non è basato “su uno sviluppo autonomo dietro a muri spessi e a una nuova cortina di ferro”.

Annunci
  1. è stato chiarissimo e andrebbe anche ascoltato

  2. si il problema credo che sia che gli Usa strumentalizzano la questione senza discuterne veramente con la Russia. Oltre che per rievocare l’inesistente guerra fredda, utilizzano lo spettro della guerra per aiutare la campagna elettorale di John McCain. Ne sono convinto.

  3. Chi sono i georgiani: forum

    http://georgiani.ning.com/forum

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: