La Puglia di Vendola: un modello eco-sostenibile

E’ l’energia pulita la protagonista assoluta della Fiera del Levante che si è aperta oggi a Bari. E l’esigenza di promuovere un modello di società ecosostenibile ha già l’impegno della Regione Puglia che all’interno della Fiera è presente con un padiglione di 1000 metri quadri dedicato alle energie ‘buone’.

Al suo interno i visitatori potranno ammirare una pala eolica, un inseguitore solare, le cosiddette ”biomasse” (covoni, girasoli, scarti di potatura) e persino l’auto che funziona ad idrogeno e l’auto solare. Dall’esigenza di voler trasformare il padiglione della Regione in un luogo di conoscenza è sorta un’intera area dedicata ai progetti sviluppati per l’ambiente dagli Atenei della Puglia, spiegati e illustrati dagli stessi docenti e ricercatori.

Sono 58 i progetti realizzati dalle Università pugliesi sui temi dell’energia e dell’ambiente che l’assessorato allo Sviluppo Economico e Innovazione Tecnologica presenta per la prima volta in uno spazio specifico dedicato proprio al sistema della ricerca pugliese.

La ricerca sta infatti particolarmente a cuore al governo Vendola. Nel Programma operativo regionale la Regione Puglia ha stanziato contributi per la ricerca e lo sviluppo pari a 190.831.801 euro. Queste risorse hanno sviluppato nelle aziende investimenti per 359.120.606 euro grazie a 413 iniziative ammesse a finanziamento.

La Puglia vuole essere attiva sul fronte dell’innovazione, per farlo – spiega il vicepresidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo – ha bisogno della ricerca. Riteniamo che sia una delle priorità per il nostro sviluppo e per quello dell’intero Paese, per questo motivo la Regione ha finanziato 112 progetti esplorativi e 53 progetti strategici condotti da Università e centri di ricerca in partenariato con le aziende”.

Nel padiglione spazio anche ai 4 distretti tecnologici riconosciuti dalla Regione Puglia alle aziende produttrici di energie, all’Arti (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) e a Tecnopolis. Inoltre è possibile visitare gli stand delle aziende produttrici di energie a partecipazione pubblica come l’Enel e Terna che in Puglia stanno realizzando nuovi progetti.

Non solo. Tra i momenti più suggestivi del percorso realizzato dall’assessorato allo Sviluppo Economico nel padiglione istituzionale della Regione, anche la proiezione di un ”corto”: ‘Puglia: dove il futuro ha un cuore antico’, della durata di cinque minuti in cui il tacco d’Italia viene raccontato attraverso la sua cultura, i suoi simboli e il futuro delle energie rinnovabili. Non è un vero e proprio film, ma una multivisione realizzata dal regista romano Aldo Di Russo sincronizzando otto videoproiettori e nove computer e utilizzando oltre 1500 immagini con i panorami che riproducono ripresi a 360°.

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: