Il governo Berlusconi da il via libera alla privatizzazione dell’acqua!

il governo Berlusconi sancisce la privatizzazione dell’acqua.

Infatti il 5 agosto il Parlamento italiano ha votato l’articolo 23 bis del decreto legge numero 112 del ministro G. Tremonti che nel comma 1 afferma che la gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole dell’economia capitalistica.

Tutto questo con l’appoggio dell’opposizione, in particolare del PD, nella persona del suo corrispettivo ministro-ombra Lanzillotta (una decisione che mi indigna, ma non mi sorprende, vista la risposta dell’on.Veltroni alla lettera sull’acqua che gli avevo inviata durante le elezioni!).

Così il governo Berlusconi, con l’assenso dell’opposizione, ha decretato che l’Italia è oggi tra i paesi per i quali l’acqua è una merce.

Dopo questi anni di lotta contro la privatizzazione dell’acqua con tanti amici,con comitati locali e regionali, con il Forum e il Contratto Mondiale dell’ acqua ……queste notizie sono per me un pugno allo stomaco, che mi fa male.

Questo è un tradimento da parte di tutti i partiti!

Ancora più grave è il fatto, sottolineato dagli amici R.Lembo e R. Petrella, che il “Decreto modifica la natura stessa dello Stato e delle collettività territoriali.
I Comuni, in particolare, non sono più dei soggetti pubblici territoriali responsabili dei beni comuni, ma diventano dei soggetti proprietari di beni competitivi in una logica di interessi privati, per cui il loro primo dovere è di garantire che i dividendi dell’impresa siano i più elevati nell’interesse delle finanze comunali.

” Stiamo facendo a pezzi anche la nostra Costituzione!

Acqualatina, (Veolia, la più grande multinazionale dell’acqua ha il 46,5 % di azioni) che gestisce l’acqua di Aprilia, ha deciso nel 2005 di aumentare le bollette del 300%!
Oltre quattromila famiglie da quell’anno, si rifiutano di pagare le bollette ad Acqualatina, pagandole invece al Comune. Una lotta lunga e dura di resistenza quella degli amici di Aprilia contro Acqualatina!
Ora, nel cuore dell’estate, Acqualatina manda le sue squadre di vigilantes armati e carabinieri per staccare i contatori o ridurre il flusso dell’acqua. Tutto questo con l’avallo del Comune e della provincia di Latina!
L’obiettivo?
Costringere chi contesta ad andare allo sportello di Acqualatina per pagare.

L’ estate porta brutte notizie anche dalla mia Napoli e dalla regione Campania. L’assessore al Bilancio del Comune di Napoli, Cardillo, lancia una proposta che diventerà operativa nel gennaio 2009. L’ Arin, la municipalizzata dell’acqua del Comune di Napoli, diventerà una multi-servizi che includerà Napoligas e una compagnia per le energie rinnovabili.Per far digerire la pillola, Cardillo promette una “Robintax” per i poveri (tariffe più basse per le classi deboli). Con la privatizzazione dell’acqua si creano necessariamente cittadini di seria A (i ricchi ) e di serie B (i poveri), come sostiene l’economista M.Florio dell’Università degli studi di Milano.

Sono brutte notizie queste per tutto il movimento napoletano che nel 2006 aveva costretto 136 comuni di ATO 2 a ritornare sui propri passi e a proclamare l’acqua come bene comune. Invece dell’acqua pubblica, l’assessore Cardillo sta forse preparando un bel bocconcino per A2A (la multiservizi di Brescia e Milano) o per Veolia, qualora prendessero in mano la gestione dei rifiuti campani? Sarebbe il grande trionfo a Napoli dei potentati economico-finanziari.

Alex Zanotelli

Annunci
    • Anonimo
    • 25 ottobre 2008

    berlusconi merda… veltroni merdina

    • oriana
    • 30 ottobre 2008

    cosa possiamo fare, riguardo alla privatizzazione dell’acqua, che non è l’unico disastro di quaesto governo ma ,gravissimo , in quanto l’acqua è un bene insostituibile e prezioso,la stragrande maggioranza delle persone non ne sa assolutamente nulla! ?

  1. un solo grido rivoluzione

    • Anna
    • 29 aprile 2009

    Il nuovo mercato : l’oro bianco o oro azzurro (come di dice in francese)…
    E quello che succede in Italia, lo si ritrova in altri continenti, America Latina, Africa,…
    Tra poco privatizzeremo anche l’aria che respiriamo dimenticandoci dei diritti fondamentali dell’uomo… E l’acqua né fa parte, senz’acqua nn c’è vita, ma nn c’è neanche produzione…
    E in questi momenti mi ricordo delle parole di un oratore di Cali (Colombia) al forum internazionale sulla Palma Africana (pianata usata x gli agrocarburanti o ‘bio’carburanti come li kiamiamo nelle nostre parti) : Cosa vogliamo fare? Fare diventare l’economia più importante della vita? Beh se è cosi, andremo tutti alla nostra rovina e forse è meglio cosi… La razza umana è la peggio razza che esiste sulla terra…
    A quando una rivolta? A quando una vera rivoluzione in cui popoli del Nord et popoli del Sud faranno sentire la loro voce?
    Ne abbiamo avuto l’occasione quest’inverno… Invece, x salvare le nostre dannate economie abbiamo di nuovo iniettato fondi nel FMI, 750 millioni di euro che serviranno a contrattare nuovi prestiti al Sud et mantenere intatto il nostro magico mondo !

    Nos acostumbramos a la muerte cotidiana, y alineados unos a otros, los cuerpos abaleados a veces con las manos atadas y los ojos vendados, calcinados y destruidos por cierras se repiten una y otra vez en la pantalla del TV, es la muerte de la solidaridad y la sensibilidad, sometidos a la intimidación colectiva habitamos la muerte cotidiana, los cuerpos torturados, masacrados, amarrados, marcados, se erigen en el modelo de castigo; más sin embargo, sabemos que mientras más delirante y agobiada se encuentra una sociedad, más urgencia tiene de arte, cultura, espiritualidad y juventud…

    La lucha continua…

  2. Today, I went to the beachfront with my kids. I found a sea shell and gave it
    to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She placed the shell to her ear
    and screamed. There was a hermit crab inside and it pinched her ear.

    She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I
    had to tell someone!

  3. Si la tuviera y cayera en la trampa podrían robarme mis contraseñas y accederían con ellas en mi cuenta robándome todo lo que quisieran. Los correos pueden venir desde Caja Madrid, cualquier otra caja banco, también los he recibido del Banco de Santander, donde tampoco tengo cuenta de Pay Pal. Como hice sufre de cáncer de garganta durante ocho meses, que es un enfermo terminal, es decir, que estoy condenado a una muerte segura. Mi doctor me acaba de informar que mis días están contados y el hecho de que mi salud se está deteriorando. Finalmente señalo que envíe todos los documentos necesarios con respecto a mi dinero en el banco, todo lo que quiero es su buena fe.

  1. 31 luglio 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: