Putin accusa i repubblicani per l’appoggio alla Georgia

“Dietro alla decisione della Georgia di inviare truppe in Ossezia del sud c’erano gli Stati Uniti, nel tentativo di facilitare la campagna elettorale di uno dei candidati in corsa per succedere al presidente, George W. Bush”. Questa l’accusa che il primo ministro russo Vladimir Putin ha avanzato nei confronti degli Usa in una intervista concessa in esclusiva alla Cnn e anticipata sul sito dell’emittente televisiva.

Il premier russo ha detto inoltre che non esclude che il conflitto georgiano-osseto sia stato provocato in modo specifico per avvantaggiare uno dei candidati alle elezioni presidenziali americane.

Casa Bianca: “Accuse irrazionali”. Quasi immediata la replica della Casa Bianca, che giudica “irrazionale” l’accusa lanciata da Putin. Gli Strati Uniti continuano comunque ad avere una posizione prudente: sarebbe “prematuro” – come ha detto uno dei portavoce della Casa Bianca, Gordon Johndroe – fissare eventuali sanzioni nei confronti di Mosca. “La nostra attenzione per ora è focalizzata sulla fornitura di assistenza umanitaria agli abitanti della Georgia e sul rispetto da parte della Russia dell’accordo di cessate il fuoco”.

Intanto il presidente venezuelano Chavez assicura il proprio sostegno all’alleato russo.

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: