I Soulwax aprono il Neapolis festival

I SoulwaxTwo many djs danno il via con la grande serata d’anteprima al Lido Fruit di Licola alla XII edizione del Neapolis carpisa Festival con un live-dj set psichedelico che fa scatenare il pubblico partenopeo fino a tarda notte.

Atmosfere electro-psichedeliche e una location d’eccezione per lo start-up del Neapolis festival 2008: i Soulwax – Two many djs si sono esibiti al Lido Fruit di Licola riscuotendo un grande successo di pubblico e animando la serata con le loro sonorità europee.
Forti della loro esperienza live maturata nei centinaia di Festival europei ai quali partecipano il gruppo belga si è esibito prima strumenti e campionatori alla mano riproducendo tutto il repertorio Soulwax, gli album Any Minute Now e la Nite versions:part of the weekend never dies. Canzoni rock come NY excuse, Miserabile girl, E-talking e Compute si trasformano dal vivo in pezzi ballabili grazie alla maestria dei musicisti belgi nello scomporre e ricomporre le canzoni dando loro nuova forma. Le sonorità dei musicisti spaziano dalla musica elettronica al rock passando per la musica minimale con una semplicità e fluidità impercettibile, ed il risultato è una miscela che fa ballare e divertire anche chi fino a quel giorno li ignorava. Un’ora e mezzo di live vola via suscitando grande entusiasmo tra le oltre 1000 persone presenti. E dopo mezz’ora di pausa, utile a far ricaricare il pubblico partenopeo e gli artisti, ai campionatori si ripresentano i due fratelli, David & Sthephen Dewaele, per proporre il loro hobby-mix project fatto di creatività e campionamenti di pezzi dance già famosi. Nelle oltre 2 ore di dj-set i Two many djs propongono un repertorio fatto di canzoni elettroniche e canzoni più commerciali, accompagnati dall’animazione – non molto gradita ai djs – del Lido Fruit. Grande finale surreale con i 2 dj che suonano e spremono fino all’osso i campionatori accerchiati da ballerini vestiti con tute bianche e mascherine anti-gas, in un tentativo abbastanza riuscito di riportare tutti alla realtà di Monnezzopoli. L’organizzazione improvvisata e carente del Lido Fruit è l’unica macchia della serata, in particolare per i prezzi stellari di cocktail e bevande varie che a metà serata rendono inavvicinabile il bar ai più, ma soprattutto per l’eccessivo utilizzo di personale (impiegato anche per controllare le file dei bagni!), che denota una scarsa fiducia nell’auto-organizzazione dei giovani accorsi al Lido esclusivamente per divertirsi e per ascoltare un concerto europeo. Evidentemente non abituati a un tipo di pubblico come quello presente all’evento.

Alessandro Ingegno

da Campaniasuweb

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: