Resoconto consiglio dei Ministri Napoli

Una condizione favorevole che il nuovo esecutivo guidato da Berlusconi – facendo tesoro delle esperienze maturate dal Cavaliere a Palazzo Chigi – vuole sfruttare fino in fondo.
Come la convulsa trasferta napoletana del Consiglio dei ministri ha dimostrato.
Una riunione lunga, nella quale hanno preso forma i primi provvedimenti qualificanti sulle priorità da tempo indicate dalla coalizione di governo – tasse, sicurezza, emergenza rifiuti.
Un carnet al quale è stato aggiunto l’accordo con le banche che prevede, per le famiglie che lo vorranno, la possibilità di ristrutturare i mutui a tasso variabile convertendolo in tasso fisso ai valori del 2006, prima che i tassi di interesse aumentassero.
L’impatto finanziario della misura sulle famiglie italiane è ancora da verificare.
Ma una reazione positiva da parte dell’opinione pubblica va messa nel conto. Lo stesso dovrebbe valere per gli altri interventi formalizzati oggi.
Sulla questione rifiuti, – nella conferenza stampa seguita al Consiglio dei ministri – dosa ottimismo e realismo. Non promette miracoli, ma sottolinea che uscire dall’emergenza “in tempi brevi” si può e si deve.
Napoli avrà “vita nuova” e rifiorirà. Ma per realizzare l’obiettivo occorrerà “una scelta dolorosa e difficile”, da tradurre in provvedimenti con “assoluta fermezza e determinazione”.
Contando sull’appoggio della “parte sana” della popolazione campana.
Il piano per l’emergenza rifiuti – illustrato nelle sue linee-guida da Berlusconi, che seguirà personalmente, con frequenti sopralluoghi a Napoli, l’evoluzione della situazione – godrà dell’apporto di un sottosegretario ad hoc, Guido Bertolaso.
Il premier ringrazia il commissario uscente per l’emergenza rifiuti, Gianni De Gennaro, che “ha avuto difficoltà ad attuare ciò che riteneva necessario”, ma “ha lavorato egregiamente”.
Il piano del governo – paragonabile a quello per fronteggiare un’emergenza terremoto, nota Berlusconi – incassa l’apprezzamento del ministro ombra dell’Ambiente, Ermete Realacci: Berlusconi “dice cose condivisibili”.
Meno tenero è il Pd sul “pacchetto sicurezza” illustrato nei dettagli da Maroni.
Marco Minniti, omologo di Maroni nel governo ombra, vede nel pacchetto una “bandiera politica” più che “un provvedimento in cui si crede davvero”.
Per il Pd va bene l’inserimento di molte misure già contenute nel pacchetto Amato, mentre è da bocciare l’introduzione (attraverso un disegno di legge, come si prevedeva alla vigilia) del reato di immigrazione clandestina, novità “inefficace e controproducente”.
Minniti aggiunge che il Pd si impegnerà per ottenere che “alcuni punti del pacchetto cambino”. Opposizione senza sconti, dunque. Ma – pare di capire – senza barricate. E con la possibilità di convergere almeno su singole parti del pacchetto. Che – assicurano Berlusconi e Maroni – sarà interamente operativo entro fine luglio. E che mira – ha rimarcato il premier – a tutelare il “diritto degli italiani a non avere paura, un diritto primario che lo Stato deve garantire”.
Sul versante fiscale, il governo mantiene le promesse elettorali, procedendo col primo Consiglio dei ministri operativo all’abolizione dell’Ici e alla detassazione degli straordinari (da cui sono esclusi tutti i dipendenti statali, dunque anche le forze dell’ordine).
Molti di coloro che inneggiavano a Tremonti nei pressi del Palazzo Reale gli chiedevano di aumentare le pensioni o diminuire le tasse.
Le decisioni odierne dovrebbero almeno in parte soddisfarli. Anche perché le spese che verranno tagliate per coprire le misure varate oggi dal Consiglio dei ministri – ha sottolineato in conferenza stampa Tremonti – non riguarderanno “le tasche dei cittadini ma trasferimenti da Palazzo a Palazzo”.
Il ministro dell’Economia – anche con la sua “fiscal suasion” sulle banche, unita alla “moral suasion” del premier – sembra partire col piede giusto. Come il resto del governo. Di questo avviso è anche Pier Ferdinando Casini. Che informa: se i provvedimenti sull’emergenza rifiuti e sulla sicurezza saranno efficaci “siamo pronti a sostenerlo”. (Il Velino)

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: